Dissesto, il sindaco Pogliese incontra Candiani:”Necessario che il governo intervenga finanziariamente con urgenza”.

Il sindaco Salvo Pogliese ha ricevuto oggi in Municipio il sottosegretario all’Interno, con delega agli Enti Locali, Stefano Candiani, in merito alle difficoltà finanziarie del Comune di Catania e alle possibilità di ricevere un congruo contributo governativo per sostenere l’azione di risanamento e fronteggiare le necessità dei creditori nei confronti dell’Ente. Il rappresentante del governo nazionale ha ribadito l’attenzione del Governo alla questioni economico finanziarie che scaturiscono dal dissesto dichiarato nei mesi scorsi dalla Corte dei Conti e ha garantito che nella prossima legge di stabilità l’esecutivo affronterà concretamente la condizione degli enti locali dissestati o in predissesto, con norme di sostegno finanziario. A conclusione dell’incontro tra Pogliese e Candiani, a cui hanno partecipato anche gli assessori Bonaccorsi e Cantarella, il primo cittadino ha consegnato al sottosegretario all’Interno una dettagliata documentazione con le necessità, immediate, del Comune per fare fronte alle esigenze di pagamento a cui non si può fare fronte per l’ormai cronica carenza di liquidità delle casse comunali.

“Le necessità del Comune sono urgentissime – ha spiegato il sindaco Pogliese-. Non si possono rinviare ancora pagamenti a dipendenti delle partecipate, dei servizi sociali, dei fornitori, col rischio di aggravare la già fragile condizione del tessuto imprenditoriale cittadino. Per questo -ha proseguito Pogliese- abbiamo chiesto anche un’anticipazione urgente dei trasferimenti statali, così da poter dare subito risposte ai tanti che rivendicano, giustamente, il diritto a essere pagati. Siamo fiduciosi per l’attenzione che ancora una volta il senatore Candiani, ha mostrato per conto del Governo; ma siamo davvero prossimi all’emergenza sociale di cui anche le massime autorità istituzionali si devono fare carico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *