Ars, esercizio provvisorio bocciato

Palermo –  Dichiarazioni anche forti e chiarimenti in merito alla vicenda dell’ esercizio provvisorio bocciato all ARS. Giuseppe Badagliacca e Nicola Scaglione della Cisal, commentando il voto di questa sera all’Ars chiarisce: La soppressione dell’esercizio provvisorio della Regione siciliana, approvato questa sera dall’Ars, rischia di rivelarsi un colpo mortale non solo per migliaia di lavoratori i cui stipendi sono a rischio, come per esempio Lsu, Resais e Pip, ma in generale per l’attività amministrativa che di fatto verrebbe bloccata, al netto delle sole spese essenziali, colpendo gli enti locali. Una vera e propria sciagura che va evitata a tutti i costi: il Governo regionale e l’Assemblea trovino una soluzione immediata”.

Invece da parte dell’ On.le Claudio Fava, commentando il voto di oggi pomeriggio dell’Assemblea Regionale Siciliana, che, di fatto, boccia l’esercizio finanziario provvisorio proposto dal governo regionale afferma:  “Un voto politico, a scrutinio palese, che dimostra – ancora una volta – l’inesistenza di una maggioranza di governo. Qualunque presidente, con senso di responsabilità, ne prenderebbe serenamente atto e si dimetterebbe. Musumeci non lo farà mai.”

Roan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *