Si improvvisa cecchino sparando ad un cane

Catania – I Carabinieri della Stazione di Castiglione di Sicilia hanno denunciato un 60enne del posto per maltrattamento di animali. La storia che ha visto protagonista l’uomo rappresenta uno spaccato di vita quotidiana dove, a volte, le piccole beghe tra vicini di casa degenerano in atti violenti magari compiuti da persone integerrime, insomma la classica persona che … “non l’avremmo mai detto, non farebbe male ad una mosca, non riusciamo a spiegarcelo!”. In questo caso i protagonisti sono tre, una donna amante degli animali, un uomo, vicino di casa della prima ed un cane randagio meticcio. Si, proprio un cane che con affetto veniva sfamato da alcuni mesi dalla donna, la quale provvedeva quotidianamente a lasciargli la ciotola piena davanti la porta di casa. Ma si sa, a pancia piena, il cagnetto avrebbe prima o poi fatto i suoi bisognini che, senza alcun ossequio al “bon ton”, spesso lasciava davanti la porta … del vicino di casa. Appostatosi sul balcone infatti, ha caricato la propria carabina cal. 4,5 sparando al cane che rimaneva ferito sulla strada ma, nel frangente, veniva notato da un passante che faceva intervenire i carabinieri che, recatisi presso la sua abitazione, hanno effettivamente rinvenuto il fucile ponendo l’uomo di fronte alle sue responsabilità. Il cane purtroppo, soccorso dai carabinieri e dal servizio veterinario dell’ASP, è stato ricoverato presso una clinica veterinaria di Zafferana Etnea, dove si trova in precarie condizioni ed è attualmente paralizzato perché il proiettile ha lesionato la colonna vertebrale, quindi, i medici stanno valutando l’opzione chirurgica per consentirgli di ritornare a dispensare amorevoli coccole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *