Progetto per mettere in sicurezza Monte Gallo

Palermo – Un versante roccioso che si estende per circa un chilometro e che ha sempre destato la preoccupazione di chi abita le villette costruite lungo l’intera zona sottostante. In diverse occasioni, d’altronde, Monte Gallo ha fatto scattare l’allarme nella borgata marinara di Sferracavallo e sul lungomare di Barcarello, a Palermo. In particolare nel 2016, quando alcuni massi di grosse dimensioni si staccarono dalle sue pareti sfiorando un gruppo di abitazioni che fu necessario evacuare. Nel corso degli anni è stata la Protezione civile a intervenire per ridurre il rischio crolli, ma adesso, grazie all’Ufficio contro il dissesto idrogeologico guidato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, sarà possibile procedere al consolidamento dell’intero costone e adottare tutte le misure necessarie per contrastare efficacemente eventuali nuovi distacchi di roccia. Già consumato il primo step: la Struttura commissariale diretta da Maurizio Croce ha infatti assegnato l’incarico al raggruppamento di imprese che dovrà effettuare rilievi e indagini ed elaborare il progetto esecutivo dell’intervento. A disposizione tre mesi di tempo, ma una volta acquisito l’elaborato, si potrà passare alla fase operativa e realizzare tutti i lavori necessari alla tanto attesa messa in sicurezza di Monte Gallo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *