60 MILIONI PER IL RISANAMENTO DELLA RETE STRADALE SICILIANA

Roma – Aggiudicate le prime sei gare d’appalto, su un totale di dodici previste, per il risanamento strutturale di opere che riguardano la rete stradale e autostradale siciliana. Un ulteriore investimento che si va ad aggiungere a quelli effettuati o già programmati, milioni di euro mai visti prima in Sicilia, che serviranno ad ammodernare le infrastrutture del territorio, a dare lavoro e portare sviluppo nella regione più a sud d’Italia. L’ennesima dimostrazione dell’attenzione che il governo Conte ha per la Sicilia e dell’impegno e la determinazione del vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giancarlo Cancelleri, a volere colmare il gap infrastrutturale che c’è tra l’isola e il resto del Paese. “Un’importante boccata d’ossigeno per la rete stradale della mia Sicilia – commenta il vice ministro Cancelleri, ottenuto grazie alla collaborazione tra le istituzioni e a vantaggio dei cittadini. Grazie a questi affidamenti, di durata quadriennale, verrà garantita la possibilità di eseguire i lavori sulle strade e sulle autostrade dell’isola in modo rapido e tempestivo, cioè nel momento in cui si manifesta la necessità, senza così dovere espletare una gara d’appalto per ogni singolo intervento. Una procedura studiata e messa in atto – continua Cancelleri –  per consentire un notevole risparmio di tempo e una maggiore efficienza della rete viaria”. Ogni gara prevede un investimento complessivo di 5 milioni di euro. Pertanto, in questa prima tornata di gare sono stati affidati i primi 30 milioni di euro. Con l’espletamento delle ulteriori sei gare d’appalto, i milioni  per il risanamento strutturale di opere sulla rete stradale e autostradale siciliana saranno complessivamente sessanta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *