Forza Italia Giovani: Gerardo Fisauli traccia un bilancio un anno dopo

Catania – Forza Italia Giovani, colloquio con Gerardo Fisauli, vice coordinatore provinciale di Forza Italia Giovani, e componente nel direttivo regionale di Forza Italia Giovani,  traccia un bilancio di attività un anno dopo il nostro ultimo incontro.

Quali progetti hai realizzato quest’anno?

Quest’anno con il coordinamento provinciale insieme ad Andrea Paparo ed il coordinamento comunale di Catania di Forza Italia Giovani abbiamo realizzato diverse iniziative in molteplici settori quali: la solidarietà con l’ evento pasquale, un tour che ha toccato diverse strutture della città donando delle uova ai bambini; le iniziative sulla festa della donna con un incontro alla Villa Bellini con il progetto “C’è Luisa”, e dove abbiamo donato dei kit salvavita contro la violenza sulle donne a diversi ristoranti della provincia di Catania. Ci siamo impegnati a ricostituire gli organi giovanili all’ interno del nostro partito, perché oramai i vari coordinamenti giovanili del partito di Forza Italia erano fermi da diversi anni, un lavoro che ha coinvolto i migliori giovani del territorio. Infine, ci siamo impegnati anche sui diritti civili dipingendo una “panchina arcobaleno” per sensibilizzare la comunità e dimostrando che i diritti LGBT non hanno colori politici ma è un problema che riguarda tutta la comunità.

Cosa succede a Randazzo per quando riguarda la vita politica?

Randazzo è una città sotto Shock, che finalmente da qualche mese è arrivata “l’ ora legale” con lo scioglimento dell’amministrazione comunale per mafia. Dobbiamo essere uniti e riscattare il nome della nostra comunità e tornare a essere orgogliosi di essere randazzesi. Randazzo è un paese nobile, e non è mafioso.

Cosa ne pensi dell’ ultima campagna elettorale sul rinnovo del parlamento europeo?

Forza Italia ha avuto un successo strepitoso portando così il partito in Sicilia al 20% e superando ogni più rosea aspettativa. La lista del partito è stata molto competitiva perché al suo interno ci sono stati autorevoli candidati politici, come l’ assessore alle attività produttive Edy Tamajo, politico competente e autorevole nonché leader di partito, e che ancora una volta ha dimostrato di essere campione di preferenze.

I due candidati eletti che hanno preso più voti sono Falcone e Tamajo, cosa ne pensi?

Penso che la candidatura di Tamajo nasca per definire la leadership all’ interno del partito di Forza Italia nella corrente Tamajo e D’Agostino; l’obiettivo è stato centrato ma spero che on.le Tamajo rimanga alla regione per continuare il lavoro ben svolto da assessore per il bene di tutti i siciliani. Spero che on.le Falcone si troverà bene in Europa e faccio i miei auguri di buon lavoro.

Un anno dopo la scomparsa del presidente fondatore Silvio Berlusconi, quali sono le tue previsioni per il futuro del partito di Forza italia?

Dopo la morte di Silvio Berlusconi ci davano per scomparsi, ma grazie al lavoro di Antonio Tajani, segretario nazionale di Forza Italia, e di tutti Noi Forza Italia è viva e le idee ed i valori del nostro Presidente Berlusconi vivono dentro di Noi per un grande futuro e un futuro di libertà.

(F.C.)